giovedì 28 ottobre 2010

_lei dorme_

una lama
nel velluto blu cobalto
di questa notte
chiusa
al giorno
stesa
fin dentro le cose
a risucchiarne l'eco che fu
blasfemo incanto
l'idillio è un attimo
malattia
fato
perversa giostra a incastro
rincorrere pollini di memoria
nei labirinti dell'anima.

lei dorme
intanto
ignara
dorme...
la sua voce
dorme
le sue mani...
il suo cuore
solo
sussurra
"è notte,
senti?
è bella
come i sogni
che più non faccio
annegati tra lacrime
mai piante
concime di sordo dolore
mai nato
solo radicato...
non sono pietra!
rossa carne
muscolo involontario
involontario involucro
simulacro senza dei
terra di fuoco
deserto
prigione
libertà..."

lei dorme
intanto
ignara
dorme...
la sua voce
dorme
le sue mani...
le sue labbra dischiuse
all'Amore
baciano la notte
lei dorme
intanto
ignara
dorme...


eApianirò
© 24.07.2010 roma 
immagine presa dal web

Nessun commento:

Posta un commento