sabato 7 aprile 2012

_ Chiuso per ferie_

Non c'è vacanza che tenga, uno scrittore non chiude mai per ferie e l'ispirazione è sempre in agguato... nel tramonto inaspettato di questa sera casertana, che si accende e si sparge, impudicamente vermiglio, su ogni cosa persino sulle squallide macerie abbandonate dell'ex Saint Gobain. Nella rotondità incandescente del sole che si impossessa del cielo e si fa largo tra le nuvole, scoprendo un cielo azzurro violaceo.
"Ispirazione", sono le mie suole bagnate di pioggia e pozzanghere, le punte dei capelli bagnate come i miei occhi, come i pensieri fluidi che mi attraversano in spirali cucendomi a ciò che mi circonda. Gli alberi rinnovati di foglie neonate nel loro timido verde luccicante di gocce. Fili lucenti di memorie, di vite, di storie... Il profumo dei carciofi arrostiti lungo le strade di periferia. Le voci di chi si scambia gli auguri sotto ombrelli azzurri, rossi, a scacchi...
E poi, il viola dei glicini, cascate di glicini, arrampicati un pò ovunque a ricordarmi l'infanzia... quando si potevano succhiare senza pensare all'inquinamento, e si faceva a gara per trovare il grappolo con i fiori più dolci e profumati ...

pina ianiro

Immagini prese dal web (glicini e ex Saint Gobain Caserta)

Nessun commento:

Posta un commento